|

San Marino >  Elezioni >  Giunte di Castello 2014 >  Programmi >  CITTA' - "VIVIAMO CITTA'"

“VIVIAMOCITTÀ”

PREMESSA: PERCHE’ CI SIAMO

La nostra lista è composta da un gruppo di persone fortemente motivate, proveniente da esperienza e professionalità diverse; ciò consente di avere l’esatta percezione delle esigenze della popolazione.

Molti candidati sono giovani, con nuove idee e grande entusiasmo, alcuni già presenti nella Giunta precedente che hanno deciso di porsi nuovamente al servizio della comunità con senso di responsabilità ed impegno.

In riferimento alle funzioni che la Legge attribuisce alle Giunte, in base alle istanze della popolazioni e ad un’attenta analisi della situazione, abbiamo individuato alcune linee programmatiche, atte a contribuire alla risoluzione delle problematiche presenti nel Castello.

I PUNTI FONDAMENTALI DEL NOSTRO PROGRAMMA

Tutelare e valorizzare il Centro Storico di San Marino “Patrimonio Mondiale dell’Umanità” e Capitale della Repubblica.

Il Castello di Città di San Marino è Patrimonio Mondiale dell’Umanità. La futura Giunta di Castello sarà particolarmente impegnata a mantenere nel tempo questo prestigioso riconoscimento.

Sarà nostro dovere collaborare con tutti gli organismi internazionali alla cura e alla gestione dell’armonizzazione dell’ambiente e nel rispetto delle loro direttive che hanno consentito l’ambito riconoscimento.

Inoltre sarà doveroso sensibilizzare i cittadini (anche all’interno delle scuole, delle associazioni ecc…), al rispetto dell’ambiente per lo sviluppo di un maggior senso civico.

Occorrerà regolamentare l’accesso e la sosta al Centro Storico, anche con differenti modalità nei vari periodi dell’anno. Ciò consentirà un’ottimale vivibilità della zona sia agli abitanti che ai cittadini ed ai turisti. Per la sicurezza soprattutto del Centro Storico si valuterà l’uso delle telecamere.

Potenziare i servizi e gli interventi sociali a favore dei soggetti più deboli; servizi per anziani ed ammalati. Sostegno alle famiglie. Promuovere e favorire le opportunità dei nostri giovani.

Il Castello di Città, per la sua conformazione necessita di particolare attenzione riguardo ai servizi di assistenza nei confronti degli anziani, disabili ed ammalati abitanti in particolari zone.

Occorre adoperarsi per la creazione di un servizio domiciliare per la loro assistenza e per garantire l’approvvigionamento di cibo e medicinali soprattutto in condizioni metereologiche sfavorevoli, anche sotto forma di volontariato.

Appare urgente ristrutturare il Centro Sanitario, promuoverne con un’apposita Istanza all’ISS, il trasferimento in luogo più idoneo e raggiungibile; in ogni caso, nel periodo intercorrente tra oggi a l’eventuale trasferimento, appare opportuno richiedere la diretta assistenza al domicilio da parte del Medico di Base.

Per i giovani ci si adopererà per la creazione di nuovi spazi e ambienti, ove essi potranno aggregarsi promuovendo iniziative di interesse culturale e di divertimento.

Lo stesso dicasi per i bambini riguardo la creazione di spazi attrezzati e ludoteca.
Si contribuirà alla valorizzazione dello stand di Murata per attività sociali e culturali.

Come servizio utile a tutti si richiederà copertura wi-fi gratuita all’interno del Centro Storico.

Promuovere e potenziare le attività artistico culturali; sviluppare il concetto di identità ed appartenenza alla comunità. Favorire la realtà turistico-economica di Città.

Riguardo alle iniziative artistico-culturali, si ritiene promuovere, eventualmente collaborando con le Segreterie di riferimento, mostre, incontri, tavole rotonde, concerti ecc.

Inoltre, al fine di sviluppare il concetto di identità ed appartenenza al Castello, si coinvolgeranno soprattutto i giovani di Città, i quali verranno portati alla conoscenza delle arti e mestieri di un tempo che venivano esercitati in loco (es. ceramica, stampe ecc.).

Per favorire la realtà economica e ridare vitalità al Castello, per quanto è possibile per competenza della Giunta, si promuoverà il rivivere non solo del Centro Storico, ma anche di altre zone, favorendo l’apertura di negozi non solo turistici.

Ciò per far riprendere un commercio normale ed affinché i sammarinesi siano motivati a fare acquisti a San Marino e non nelle zone limitrofe all’esterno del territorio sammarinese.

Verranno coinvolte le varie associazioni, in collaborazione con gli uffici preposti, affinché vengano organizzate nel nostro Castello iniziative ludiche, culturali, sportive e comunque attinenti al proprio ambito secondo un programma concordato e predefinito.

Verranno individuati spazi e contesti per creare, promuovere e favorire aggregazioni ludiche, musicali, ricreative e culturali anche autogestite, per animare principalmente nel periodo estivo le serate che darebbero sicuramente ai turisti ed ai sammarinesi un motivo ulteriore per recarsi e permanere nel nostro bellissimo Castello.

Difendere e salvaguardare l’ambiente naturale. Abbattimento delle barriere architettoniche, tutela del territorio da speculazioni edilizie, migliorare i servizi ed i collegamenti periferici nel nostro Castello.

Obiettivo principale sarà la difesa e la salvaguardia dell’ambiente naturale del territorio (non solo quindi in quanto Patrimonio Mondiale dell’Umanità riconosciuto dall’UNESCO). Vi sono, nel Castello di Città, luoghi particolarmente interessanti dal punto di vista ambientale (Mulini di Canepa, Chiesa di Cà Centino, la Grotta di Canepa), ed anche zone che vanno tenute sotto controllo per la importante densità di abitazioni necessitanti di particolari interventi di adeguamento.

Riguardo ai primi si intende proseguire con quanto già in corso, per addivenire alla conclusione del restauro conservativo dei Mulini di Canepa, risalenti al XIII secolo, che sono strutture di notevole interesse archeologico nonché della Chiesa di Cà Centino, con la definitiva promozione e riconoscimento del parco naturalistico dell’acqua, composto dal complesso della chiesa e della grotta e le sorgenti di Canepa. Si darà impulso alla riscoperta dei sentieri e dei percorsi naturalistici presenti in quella zona, con loro riqualificazione, collaborando con le Associazioni e gli enti culturali presenti nel territorio che si occupano di ciò.

Comunque, promuovere la riqualificazione di tutti i sentieri che percorrono le nostre belle zone paesaggistiche.

Tra le attività in argomento, la nuova Giunta si adopererà per l’abbattimento delle barriere architettoniche nell’ottica della salvaguardia dell’ambiente, della vivibilità, nel rispetto del decoro e dell’integrazione nel paesaggio naturale.
Il territorio di Città sarà esaminato e difeso da speculazioni edilizie, con monitoraggio e profonda attenzione ai nuovi progetti ed alle ristrutturazioni degli immobili già esistenti.

La nuova Giunta richiederà di migliorare la viabilità e di aumentare i collegamenti fra Città e le zone di Murata, Casole, Castellaro, Montalbo, Cà Berlone e Canepa, centri abitativi di notevole espansione; in essi dovranno essere eseguite opere urgenti.

Sono stati individuati come indispensabili i marciapiedi in via Delle Carrare, in Strada Terza Gualdaria e in Via del Voltone, e modifiche del bivio vicino la Chiesa di San Donnino. Ci si occuperà del recupero delle aree verdi attualmente in stato di degrado e abbandono.

Obiettivi per lo sviluppo del Castello: prospettive.

La Giunta è rappresentata all’interno della Commissione per le Politiche Territoriali con voto deliberativo, pertanto ci proponiamo, nell’ambito di nostra competenza, di svolgere un’attenta funzione di controllo della gestione del territorio contro ogni forma di deturpazione e sfruttamento speculativo.

Saremo promotori di assemblee pubbliche, per dibattere problemi che riguardano il Castello.

Obiettivi importanti sono:
• valorizzazione dello stand di Murata, con riqualificazione ambientale e
paesaggistica;
• miglioramento della viabilità con uno studio approfondito per la messa in
sicurezza della Via Sottomontana;
• creazione di nuovi marciapiedi in Via Delle Carrare, Strada Terza
Gualdaria, Via del Voltone e Via Paolo III°;
• riscoperta degli antichi sentieri e dei percorsi naturalistici, restauro delle
gallerie ferroviarie, riqualificazione degli spazi verdi;
• recupero dell’area del campo sportivo Bruno Reffi;
• completamento della nuova pavimentazione nel Centro Storico;
• ristrutturazione della pavimentazione nello Stradone;
• riqualificazione del Giardino dei Liburni.