|

Sport >  Calcio Samm. >  2013 >  Notizia

10 marzo 2013: 20 anni dal primo punto mondiale

10 marzo 2013: 20 anni dal primo punto mondiale
Contro la Turchia la nazionale di Giorgio Leoni pareggia 0-0

10 marzo 1993, sono passati 20 anni da quella partita che per il calcio di San Marino ha rappresentato il primo storico punto nelle qualificazioni mondiali. E' la nazionale di Giorgio Leoni commissario tecnico, quella capace di strappare lo 0-0 alla Turchia. Una partita epica, da leggenda per chi quella sera di marzo era seduto in tribuna allo stadio di Serravalle. San Marino-Turchia è stata una delle prime gare della nazionale biancoazzurra. L'amichevole con il Canada Olimpico faceva già parte del passato, lontano distante sette anni, quella contro la Svizzera, la prima che contava, tre anni prima. Per le statistiche sarebbe stata la gara numero 18, probabilmente da ricordare ancora di più di quella giocata il mese prima a Wembley, con Gigi Benedettini che parava il rigore a Platt. Il 10 marzo 1993 era una serata fredda, Benedettini è costretto a uscire dopo 7 minuti, per una frattura al gomito. La partita contro la Turchia sembra nata sotto una stella sfortuna. Tra i pali si posizione il 25enne Stefano Muccioli, all'esordio assoluto con la maglia della nazionale.
E anche qui che nasce la storia di una partita indimenticabile.
Muccioli vola da un palo all'altro. Al fischio di chiusura di primo tempo il risultato è ancora di 0-0. Anche nella ripresa la difesa sammarinese regge l'ondata turca. I giocatori avversari non riescono a segnare, dal difensore capitano Karaman, all'attaccante del Besiktas Uçar. La partita resta sullo 0-0.
Al fischio finale del belga Michel Piraux il sogno diventa realtà. La nazionale di Leoni, quella di Benedettini, Muccioli, Valentini, Canti, Gennari, Zanotti, Guerra, Manzaroli, Matteoni, Paolo e Marco Mazza, Francini, Bacciocchi, ha fatto l'impresa. Il primo punto mondiale, il primo risultato che conta, il primo passo nella storia del calcio internazionale. 20 anni quelle immagini del 10 marzo 1993 sono ancora fantastiche, uniche, magari un po' meno definite per l'era dell'alta definizione, ma comunque un pezzo di storia del calcio biancaozzurro.

Elia Gorini