|

Sport >  Calcio >  2014 >  Notizia

Grosseto-L'Aquila 1-2

L'Aquila ribalta il Grosseto e dimentica la Pro Piacenza

Alla vigilia non sembrava il match più abbordabile per mettersi alle spalle la doccia fredda Pro Piacenza. Ed invece gli abruzzesi di Zavettieri in rimonta hanno rimediato alla grande allo scivolone clamoroso di una settimana fa. Non ci sono proteste sul goal annullato all'Aquila dopo sette minuti. Torromino – Pichlmann il Grosseto spesso è tutto qui, il primo confeziona, il secondo cade in area, per Cifelli di Campobasso ci sono gli estremi. Pichlmann non sbaglia. Gosseto 1 a 0. Poco dopo Torromino potrebbe già chiuderla. Lancio dalle retrovie, il numero 11 brucia la difesa marmorea di Zavettieri, ma calcia sull'esterno della rete. Errore che costerà caro. Dall'altra parte Pacilli fa girare la testa ad Okuson, braccio malandrino e se prima il rigore era quanto meno dubbio, qui c'è. E' lo stesso Pacilli dagli undici pareggia. Ripresa bene Trarico in mezzo, una deviazione favorisce la volè di Del Pinto palla ad un soffio dal palo. Nell'area abruzzese sono sempre i soliti noti a creare scompiglio, prima Pichlmann, Zandrini risponde, poi Lugo , Zandrini risponde ancora, doppio intervento per l'estremo dell'Aquila. Zavettieri ha in panchina uno degli uomini della categoria: Salvatore Sandomenico entra e segna: cross dalla destra Perna prende l'ascensore, torsione strepitosa, Mangiapelo respinge, ma non può nulla su Sandomenico che raccoglie e lo fulmina. L'aquila ribalta il Grosseto. Poi Grosseto tutto sbilanciato, graziato da due contropiede falliti prima da Mancini poi da Perna. A Grosseto, l'Aquila batte Grosseto 2 a 1

L.G