|

Sport >  Calcio >  2017 >  Notizia

AlbinoLeffe-Triestina 0-0: i lombardi spingono ma non passano

AlbinoLeffe-Triestina 0-0: i lombardi spingono ma non passano
Per i padroni di casa due legni di Giorgione e Sbaffo.

In teoria sarebbe una delle big annunciate, in questo avvio di stagione però la Triestina si sta confermando in grossa difficoltà: 0-0 in casa dell'AlbinoLeffe e quinta partita senza vittoria su sei disputate, tolto l'exploit di Ravenna il piatto piange.

Dopo un quarto d'ora di studio Mensah si libera con un numero di Cortellini, punta la porta e tenta di servire Arma, il difensore però recupera e intercetta il passaggio, spingendola tra le braccia di Coser. Coser che poi respinge coi pugni un corner battuto alla sua sinistra, la palla arriva al limite dove Bariti è liberissimo di provare la volèe, mancando di poco lo specchio. La Triestina sembra in controllo, invece alla prima occasione l'AlbinoLeffe sfiora il vantaggio con una punizione da fuori di Giorgione che sbatte sul palo e arriva a Zaffagnini, la cui bordata sibila non troppo lontano dall'incrocio. E replica ancora con Giorgione che avanza centralmente e scarica a destra per Agnello, sul cui cross Boccanera tocca quel tanto che basta per evitare l'incornata di Cortellini.

Il prosieguo della prima frazione è quasi un dejavù: angolo respinto dalla difesa lombarda e botta al volo dal limite a lato di Bariti, quindi punizione di Giorgione che stavolta trova lo specchio, ma abbinato ai guanti di Boccanera. Sugli sviluppi Bracaletti innesca il contropiede del solito Bariti: l'esterno cavalca fino all'area e spara il rasoterra, la mira però è ancora leggermente difettosa.

Il miracolo di Boccanera sulla girata di Kouko, liberato a due passi da lui dall'assist di Agnello, è il primo sussulto di una ripresa totalmente controllata dall'AlbinoLeffe. Subito dopo combinazione Sbaffo-Colombi che permette al primo di entrare in area e tirare, per lui però c'è solo la base esterna del palo. Colombi che poi strappa il pallone ad Acquaro e permette ad Agnello di consegnarlo a Kouko, il quale ignora il compagno tutto solo a destra e ciabatta in braccio a Boccanera.

Nel finale lob di Sbaffo per Agnello che si libera del suo marcatore ma calcia sul fondo, mentre subito prima del triplice fischio Gelli crossa per la testa di Mondonico, il gol sembra fatto ma il difensore manda clamorosamente alto.

RM