|

Sport >  Calcio >  2018 >  Notizia

Playoff Serie C, Reggiana e FeralpiSalò avanti di misura

Playoff Serie C
I granata battono 1-0 il Bassano - che prende due pali e una traversa - i gardesani espugnano il campo dell'AlbinoLeffe con lo stesso punteggio.

1-0 e 0-1: a Reggiana e FeralpiSalò bastano i gol di Cesarini e Staiti per far fuori Bassano e AlbinoLeffe e guadagnarsi la Fase Nazionale dei playoff.

I veneti salutano la corsa promozione e forse pure la Serie C, visto che patron Rosso si sta adoperando per portare il titolo sportivo a Vicenza. Un ultimo ballo non privo di rimpianti, perché in avvio i pali della Regia si shakerano per due volte. Prima sul cross di Karkalis per Minesso, che ha tutto il tempo per prendere la mira ma evidentemente sbaglia qualche calcolo. Poi con lo spunto di Fabbro, sul quale è salvifica la deviazione di Rozzio; Diop non è reattivo nel ribattere e Crocchianti riesce a mettere un altro tampone. Prima del riposo Pasini stoppa troppo a seguire e Facchin spazza alla disperata, al rientro invece arriva il gol: spunto per via centrale di Carlini e scarico a destra per l'accorrente Cesarini, diagonale sotto le gambe di Grandi ed è fatta. Ancora Bassano con la botta da fuori di Proia, Facchin s'oppone e la palla rimbalza sulla traversa. Il portiere granata vola a blindare il successo anche sul volante dal limite di Laurenti, mentre Cesarini – liberato dal solito Carlini – e Rosso – fermato da Grandi – si divorano un raddoppio che, ad ogni modo, non è necessario.

La Feralpi invece si prende uno dei due colpi esterni di serata grazie a una meraviglia di Staiti: finta che manda a spasso Giorgione, destro da 25 metri e palla radente al palo. In questo caso però all'Albino basterebbe il pari per passare; così rischiano di pesare parecchio sia il palo di Guerra – partito per la tangente dopo un errore di Scrosta – sia il piattone a lato d'un soffio di Raffaello. Anche perché Bergamo spinge: Livieri esce e toglie la punizione di Giorgione dalla testa di Scrosta, ripetendosi con un guizzo da manuale sull'altrettanto bella rovesciata di Gelli. Il tutto su cross di Gonzi, che sempre sulla fascia destra manda ai matti Martin e pesca Sbaffo, troppo morbido nell'inzuccata. Nel recupero una serie di rimpalli libera in area Ravasio, che dopo la sponda di Kouko tenta di ergersi a eroe con un'acrobazia improbabile. Mentre nell'ultimo assalto Sbaffo si sente fischiare un fallo e perde la testa, rimediando prima il giallo e poi il rosso.

RM