|

Sport >  Calcio >  2018 >  Notizia

Francia in finale, Umtiti stende il Belgio: 1-0

Il difensore del Barcellona colpisce in avvio di ripresa su corner di Griezmann, decidendo una partita sin lì spettacolare, ma poi scemata pian piano. Deschamps corre verso la storia: solo Zagallo e Beckenbauer hanno vinto sia da giocatore che da CT.

Da Varane a Umtiti, pur avendo un attacco stellare e in forma la Francia si aggrappa ancora al gol di un difensore per conquistare la terza finale Mondiale della sua storia. Se il centrale del Real aveva punito l'Uruguay, è il marcantonio del Barça a stendere 1-0 il Belgio, arrembante in avvio ma poi incapace di reagire in maniera concreta alla rete che lo elimina. Francia che va a Mosca per bissare il titolo del '98. All'epoca in campo c'era l'attuale CT Deschamps, che in caso di vittoria sarebbe il terzo, dopo Zagallo e Beckenbauer, ad essere campione del mondo sia da giocatore che da allenatore.

Primo tempo senza reti ma spettacolare, spaccato in due per quel che riguarda le occasioni. Fino al 30° meglio il Belgio: Eden Hazard riceve da De Bruyne e incrocia a lato da posizione defilata, poi sfodera una bordata alzata in angolo da Varane. Varane che al giro dopo buca su imbucata di De Bruyne, Umtiti chiude ed evita il facile tap-in di Lukaku. Nel frattempo s'è messo in mostra anche Lloris, fenomenale nel respingere il colpo dal limite di Alderweireld.

La frustata di testa appena a lato di Giroud ispirata da Pavard è il giro di boa della sfida, perché da lì al riposo comanda la Francia. Griezmann spara a salve dal limite e poi lancia per Mbappé, tocco al volo verso il centro dove Giroud arriva tardi e impatta male. Ed è sempre Mbappé a liberare in area Pavard, il terzino calcia di forza ma si dimentica di alzare il pallone, così Courtois riesce a opporsi di piede.

Tra i due tempi entra in scena Lukaku, che prima non è reattivo sul traversone di De Bruyne lisciato da Umtiti e al rientro alza troppo di testa l'assist di Fellaini. Niente da fare, e allora passano i galletti: Hernandez e Matuidi innescano Giroud, Kompany gli concede di girarsi ma riesce a contenerlo in angolo. Griezmann batte forte e teso e premia l'istinto di Umtiti, che si fionda sul primo palo, prende il tempo ad Alderweireld e Fellaini e buca Courtois.

Segue una meraviglia di Mbappé: Matuidi lo serve sul destro, lui se la porta sul sinistro e va con un tacco che smarca Giroud, stoppato sul più bello da Dembele. Proprio il centrocampista del Tottenham lascia il posto a Mertens, che arriva al cross dopo un'azione imbastita da Eden Hazard e Lukaku: Varane spazza male ma De Bruyne fa peggio, ciccando totalmente il volante.

A questo punto le speranze di rimonta del Belgio stanno tutte negli scodellamenti dal fondo dal napoletano: su uno di questi Lloris ci mette una pezza di pugno, su un altro Fellaini stacca e manda a qualche centimetro dal palo. Ma sono gli ultimi sussulti, perché pur spingendo i rossi, pian piano, si spengono, e nel prosieguo c'è solo una sassata di Witsel respinta da Lloris. E allora nel recupero Griezmann e Tolisso potrebbero pure raddoppiare: il primo calcia troppo piano e il secondo viene fermato da un guizzo di Courtois, per sua sfortuna non sufficiente per evitare l'eliminazione.