|

Sport >  Calcio >  2018 >  Notizia

Un rigore regalato non basta al Santarcangelo: 1-1 con l'Avezzano

Santarcangelo Avezzano
I clementini partono bene e la sbloccano dal dischetto con Cinque, nella ripresa però l'ultima in classifica domina e pareggia con D'Eramo. Nel finale espulso Dhamo.

Per uscire dalla crisi – di risultati – al Santarcangelo non basta tenersi sul pezzo per 20’, perché dopo il rigore di Cinque c’è solo o quasi Avezzano e il finale dice 1-1. Quinta di fila senza vittoria per i clementini, che rispetto all'ultima in classifica partono meglio: Fuchi apre e Peroni imbuca, Moroni riesce a liberarsi ma, sul più bello, centra Sinato, e con la carambola su Cinque non c'è neanche l'angolo. Dietro Bondioli e Guidi sventano due pericolose incursioni ospiti, quindi, su un tiro senza velleità di Mancini – ancora positivo nell’improvvisarsi terzino – Sinato respinge male e si getta a rimbalzo, anticipando in pieno Fuchi. Non per l'arbitro, che vede un fallo che non c'è e manda Cinque a sbloccarla dal dischetto. Anticipo chirurgico anche quando Alessandro salta Mancini e viene fermato dalla scivolata di Peroni, che sull'altro lato s'incarta a porta spalancata dopo che Menna, sul traversone di Broli, ha mandato fuori giri Sinato.

Finisce il tempo e la ripresa è dominio Avezzano, a cominciare dal cross di Kras che Pellecchia spacca appena a lato. E poi ci sarebbe Dos Santos, lontanissimo parente del bomber dell’anno scorso: D'Eramo lo lancia in solitaria ma lui si avvia a passo d’uomo e la conclusione esalta il piede di Battistini. Quando è Cerone a mandarlo in verticale invece il brasiliano s'infila bene tra Bondioli e Maini, Battistini però è perfetto anche nel chiuderlo in uscita bassa. La gara sembra andar scemando quando D’Eramo s’inventa un capolavoro dalla distanza che vale il pari, antipasto di un finale da thriller. Anche perché intanto Dhamo si prende 2 gialli in 2’ – il secondo per fallo su Bianciardi – e per l'ultimo quarto d'ora il Santarcangelo è in 10.

Cerone va di punizione da lontano e quasi ci prende, mentre è Battistini a opporsi al mancino a giro di Pellecchia. Sempre da fuori ci prova Bianciardi, la respinta d Battistini non trova pronto D’Eramo. I gialloblu provano a replicare e gli ospiti quasi li puniscono col contropiede D’Eramo-Cerone-Pellecchia, che dal lato destro calcia appena fuori dall’incrocio. Nell’ultimo di recupero invece è Sinato a togliere dalla porta una bordata di Merlonghi nell’unico vero spunto romagnolo, mentre sul ribaltamento Guglielmi intercetta un tocco di D’Eramo che avrebbe lanciato a rete Dos Santos, evitando di chiudere in beffa.

RM