|

Sport >  C. Paralimpico >  2016 >  Notizia

Il comitato paralimpico sammarinese sabato e domenica presente a "sportinfiera" con il gioco "let's play different"

Sarà un ‘autunno caldo’ quello che attende il Comitato Paralimpico Sammarinese, che prosegue nel suo impegno per promuovere nel Paese una diversa cultura e consapevolezza riguardo alla disabilità e a favore dello sport per tutti.
Proprio per illustrare a giovani e famiglie quella che è la sua articolata attività il Comitato Paralimpico partecipa all’edizione 2016 di ‘Sportinfiera’, l’ormai tradizionale vetrina dello sport sammarinese, in programma sabato 24 e domenica 25 settembre al centro sportivo di Serravalle.
“Per questa importante occasione di incontro con le nuove generazioni e le famiglie abbiamo puntato in modo particolare sul gioco “Let’s play different”, ideato e realizzato dai giovani del Leo Club, con cui andiamo ad arricchire la proposta educativa dedicata alle scuole per l’anno 2016/2017”, anticipa la presidente Daniela Del Din, fornendo poi qualche dettaglio in più, insieme a un invito. “La quotidianità ha molte sfaccettature, che spesso non cerchiamo neanche di capire: allacciati le scarpe con una mano, descrivi l'ambiente che ti circonda attraverso gli odori o riconosci un oggetto ad occhi chiusi… La realtà assume forme straordinarie nei panni di chi sfrutta abilità diverse. Ci hai mai provato? Ci vuoi provare? Ti aspettiamo a Sportinfiera, all’interno del nostro stand, posizionato dietro alla piscina, nel corridoio: qui presenteremo il gioco, facendolo provare a bambini e ragazzi, a cominciare dagli allievi delle scuole che come al solito sabato faranno visita a questa kermesse”.

Dopo il successo delle due precedenti edizioni, dunque, viene rilanciato il progetto denominato ‘Paralympic School Day’, che vedrà gli alunni delle scuole primarie e secondarie che aderiranno protagonisti di una significativa esperienza formativa sintetizzata nello slogan ‘Cambierà il mondo intorno a noi’. Esperienza resa ancora più coinvolgente dalla testimonianza diretta di Simone Baldini, atleta residente sul Titano, che sta ottenendo risultati di rilievo nell'handbike e soprattutto nel triathlon paralimpico (a luglio ha vinto il prestigioso Challenge Roth, in Baviera, la gara europea più famosa e partecipata al mondo).
In attesa della risposta degli istituti scolastici sammarinesi, dopo la partecipazione a ‘Sportinfiera’ sono stati già definiti alcuni altri appuntamenti autunnali. Domenica 2 ottobre il Comitato Paralimpico, rappresentato dalla vice presidente Franca Fresi Stolfi, parteciperà alla premiazione della corsa ciclistica Lugo-San Marino categoria Allievi dove consegnerà un riconoscimento all’atleta più giovane, mentre sette giorni dopo, domenica 9 ottobre, sarà presente con uno stand alla tradizionale Festa di San Donnino a Casole dove porterà il gioco “Let’s play different” con relativa pesca a premi (per autofinanziare le sue attività).
Inoltre giovedì 20 ottobre, in collaborazione con gli Istituti Culturali e la Biblioteca di Stato, è in programma la presentazione, a cura di Paolo Rondelli (Direttore della Biblioteca), del nuovo libro dell’autrice Sabrina Franceschelli dal titolo "La bambina che voleva leggere e scrivere", edito da Bellavista Associazione.