|

Sport >  Giochi e Olimpiadi >  2018 >  Notizia

Grande entusiasmo al rientro in patria per i medagliati di PyeongChang

Sofia Goggia

Con 39 medaglie è stata la Norvegia la prima nazione nel medagliere di PyeongChang. Grande festa al rientro in patria per gli atleti saliti sul podio in Corea del Sud. La Norvegia ha centrato 14 medaglie d'oro, 14 d'argento e 11 di bronzo. Norvegia davanti alla Germania nel medagliere. Un grandissimo risultato per la delegazione tedesca. Che ha conquistato gli stessi ori, 14 della Norvegia, ma nel medagliere è seconda. Sono in totale 31 i podi raggiunti. A Francoforte la delegazione tedesca è stata accolta da tantissimi tifosi. Grande festa per la squadra di Hockey maschile. Sport dal quale è arrivato un argento incredibile, nella finale persa, solo all'overtime con la squadra degli atleti olimpici russi. Il penultimo titolo in Corea è stato assegnato nell'hockey, il primo lo aveva vinto Charlotte Kalla. L'atleta svedese era stata la prima a salire sul gradino più alto del podio a PyeongChang nella gara di skiathlon, 7,5 km a tecnica classica e altrettanti a tecnica libera. Un successo bellissimo davanti alla norvegese Bjorgen e la finlandese Parmakoski. Al rientro a Stoccolma, Charlotte Kalla è stata tra le più applaudite con le sue 4 medaglie vinte: 1 oro e tre argenti. Festeggiamenti anche in Giappone per la delegazione che ha partecipato alle Olimpiadi. Celebrate le 13 medaglie vinte delle quali 4 d'oro, 3 nel pattinaggio di velocità e 1 in quello di figura. Anche la Cina ha voluto festeggiare i suoi atleti. Sono state 9 le medaglie vinte, 1 solo oro nello short track. Gli atleti olimpici russi hanno portato a casa 17 medaglie, oro nell'hockey e nel pattinaggio di figura. Con grande orgoglio l'ucraino Olexandr Abramenko ha mostrato il suo oro vinto nello sci freestyle. La prima medaglia olimpica per lo specialista dei salti. Anche a Malpensa c'erano tanti tifosi per festeggiare gli azzurri rientrati dalla Corea. Occhi puntati su Sofia Goggia e lo splendido oro nella discesa, tanto di bottiglia di champagne per Federico Pellegrino per l'argento vinto nello sprint, nello sci di fondo.

Elia Gorini