SMTV | |
Sport >  Lega Pro >  2012 >  Notizia

San Marino-Rimini: il derby il giorno dopo

Il San Marino è trascinato dal capocannoniere Lapadula verso la vetta, il Rimini arranca proprio per l’assenza di un vero uomo gol

San Marino-Rimini: il derby il giorno dopo
San Marino-Rimini: il derby il giorno dopo

I numeri fotografano la differenza tra le due squadre. San Marino 51 punti, 51 goal fatti, Lapadula 19 reti bomber del campionato, da solo, ha segnato più della metà dei goal fatti in totale dal Rimini, 32. Miglior bomber biancorosso, Buonocunto che di reti ne ha realizzate cinque due delle quali su rigore. Il 26 ottobre 2011, decima giornata di andata, il Rimini vince il derby e vola a +11, sul San Marino, quart’ultimo in classifica. La rimonta della squadra di Petrone è spaventosa. Da derby a derby, i biancoazzurri hanno completato il sorpasso, mangiando 14 punti ai cugini. Il San Marino ribalta il campionato ed ora mette nel mirino il Casale, distante solo 3 punti ma con una partita in più. Il derby sposta gli obiettivi: Petrone, punta deciso alla vetta, D’Angelo deve rimettere in piedi i cocci di una squadra che sta perdendo pezzi, ieri anche il grave infortunio di Vittori, ma che inoltre non vince da 5 turni. Solo in questo girone di ritorno, il ruolino di marcia delle due squadre è totalmente diverso : Rimini 12 punti in 9 giornate, San Marino 21 punti, sempre in 9 giornate. I Titani corrono, il Rimini va a passeggio, a questo punto, è inutile negare che resterebbe comunque un ottimo campionato, se i biancorossi centrassero una piazza play off. Piazzamento che si allontana, per il Santarcangelo. I gialloblù avevano un unico obiettivo in questo loro prima stagione tra i professionisti: la salvezza. La squadra di Angelini sta andando ampiamente al di là di ogni rosea previsione, e comunque i play off restano a due punti, quando in palio ce ne sono ancora 27. Tutto può ancora succedere in questo torneo, uno dei più belli degli ultimi anni.

Lorenzo Giardi

giovedì 8 marzo 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA