|

Home >  Attualità >  2005 >  Notizia

L'orazione di Don Verzè

Si dice onorato dell'invito come oratore ufficiale alla cerimonia di insediamento dei Capitani Reggenti e ripercorre tutte le tappe storiche di avvicinamento e matenimento dell'Indipendenza per San Marino, indipendenza che definisce alto valore. Centralità nel suo discorso alla figura dell'uomo e al valore dell'umanità. Don Verzè parla dello spirito che da sempre ha animato il suo agire: 'Prete imprenditore. Così, dice, ma hanno spesso definito' e spiega come sia nata e cresciuta la struttura del San Raffaele: Università e Ospedale, polo impegnato nella ricerca scientifica, ma anche filosofica ed umanitaria. Proprio nella sua orazione ufficiale il fondatore del complesso del San Raffaele lancia ipotesi di collaborzione tra la Repubblica di San Marino e la struttura milanese.
Don Luigi Verzè - PROFILO
Classe 1920, conseguita la laurea in lettere e filosofia Luigi Maria Verzè viene ordinato sacerdote nel 1948. Si trasferisce poi a Milano dove nel 1971 realizza l’ospedale San Raffaele che 10 anni dopo diviene polo universitario della facoltà di medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Milano. Don Verzè potenzia poi l’attività di assistenza attraverso l’Associazione italiana per la solidarietà tra i popoli e promuove la diffusione del modello ospedaliero del San Raffaele nel mondo, come il monte Tabor. Fonda, tra le altre, l’Associazione amici di san Raffaele, per promuovere una più ampia partecipazione agli ideali dell’Opera San Raffaele. Impegnato nella diffusione dell’idea ispiratrice che lo guida da sempre nel 1996 fonda e diventa Rettore della libera università Vita-Salute San Raffaele. È direttore del mensile di medicina cultura e scienze umane Kos e della rivista quadrimestrale Sanare Infirmos.