|

Home >  Attualità >  2015 >  Notizia

Fiorentino: orti abusivi nel Parco; la Giunta chiede provvedimenti

Fiorentino: orti abusivi nel Parco; la Giunta chiede provvedimenti
La Giunta ha segnalato tutto alla Segreteria al Territorio, anche perchè potrebbero esserci problemi di sicurezza

Recinzioni con tanto di filo spinato, cisterne d'acqua, legna ammassata in capanne fatiscenti con tetto in lamiera: tutto questo al Parco di Fiorentino, nell'area del percorso Cuore e Vita, a ridosso di percorsi pedonali e giochi per i bambini. Dopo ripetute segnalazioni, in questi anni, da parte di privati cittadini, la Giunta di Castello ha deciso di prendere carta e penna, segnalando tali abusi – che colpiscono, proprio perchè alla luce del sole – alla Segreteria di Stato al Territorio. Qualcuno – i nomi non sono stati resi noti – evidentemente continua imperterrito a coltivare orti sul suolo pubblico. Il Capitano di Castello, Daniela Giannoni, sottolinea soprattutto i problemi di sicurezza di questi comportamenti. Ad esempio canne di bamboo e ferri, utilizzati per sostenere gli ortaggi, potrebbero ferire qualcuno; in particolare i bambini. “In caso di incidente ci chiediamo – afferma – di chi sia la responsabilità di eventuali denunce, visto che il suolo risulta essere all'interno del parco pubblico”. Viene ricordato, inoltre, che già nel 2014 l'Ufficio Ispettorato al Territorio aveva notificato, a privati cittadini, la richiesta di rimozione di questi abusi, ma invano. Da qui l'invito, alla Segreteria di Stato, di prendere provvedimenti decisi su una situazione “tollerata per troppo tempo”.