|

Chi siamo >  Organismi internazionali >  Comunità italofona

Comunità italofona

La Comunità radiotelevisiva italofona (acronimo CRI) è un ente per la valorizzazione della lingua italiana nel mondo, nato nel 1985 dalla collaborazione dei servizi pubblici radiotelevisivi di Italia, Svizzera, Slovenia,Città del Vaticano e San Marino.

Scopo fondamentale della CRI è promuovere e ampliare quanto più possibile la comunicazione mediatica in lingua italiana nel mondo. In quest'ottica la Comunità non è limitata ai soci fondatori, ma aperta agli enti televisivi e radiofonici italofoni di tutti i continenti, così come agli altri operatori mediatici che contribuiscono a diffondere la cultura italiana nel mondo.
La Comunità Radiotelevisiva Italofona si propone come un canale privilegiato di diffusione della lingua italiana e si sviluppa attraverso una rete di collaborazioni e programmazioni congiunte tra i differenti organismi radiotelevisivi.
Data la sua natura, le trasmissioni della CRI sono dirette tanto agli italofoni madrelingua quanto a quelli non madrelingua, così come agli italofili sia nelle zone tradizionali dell'italofonia che nel resto del mondo.


La CRI opera attraverso attraverso una rete di collaborazioni e programmazioni congiunte tra i differenti organismi radiotelevisivi. Ciò si traduce all'atto pratico nella produzione di rubriche e trasmissioni comuni, che hanno come comune denominatore la lingua e la cultura dell'italofonia.
Le radiotelevisioni fondatrici della Comunità italofona sono:
Rai - Radiotelevisione italiana;
RSI - Radiotelevisione svizzera;
Rtv Koper-Capodistria;
Radio Vaticana;
San Marino RTV
.

Il sito della comunità è http://www.comunitaitalofona.org/