|

Home >  Comunità >  Francia >  2017 >  Notizia

La Repubblica francese onora un sammarinese di Grenoble

Stéphane GEMMANI e il dottore EMMANUELLI

Il salone d’onore della Prefettura di Grenoble sabato 18 novembre ha accolto numerose persone per il rilascio dell’altissima distinzione di cavaliere del Ordine nazionale del merito al connazionale Stéphane GEMMANI.
"Ricordiamo - scrive René Rastelli - che questa distinzione è stata creata dal presidente Charles de GAULLE per onorare i civili che si sono distinti in diverse attività verso il popolo francese o residenti in Francia ed è una della più alte distinzione per un civile".
Ad onorare Gemmani, è stato il Dottore Xavier EMMANUELLI, persona molto nota per le sue iniziative umanitarie.
EMMANUELLI è stato Segretario di Stato all’Azione Umanitaria d’urgenza, Co –fondatore di “Medici senza frontiere” e fondatore del SAMU sociale di Parigi.
Stéphane Gemmani, ha creato 27 anni fa, all’età di 19 anni, il VINCI (Veicolo d’Intervento contro l’Indifferenza), associazione fondata con lo scopo di aiutare i senzatetto. Ancora oggi, Gemmani gira la notte per le vie di Grenoble per dare un po’ di calore umano, d’assistenza e di conforto alle persone che vivono sul marciapiede ….
Da 29 anni quest’associazione continua il suo compito perché purtroppo la miseria non accenna a diminuire, ma anzi è in aumento.
Questo desiderio di aiutare i bisognosi Stéphane l’ha avuto sin da piccolo, da quando accompagnava i suoi genitori nel mercato coperto, dove avevano una bancarella, e Stephane vedeva la gente cercare frutta e verdura nei bidoni dell’immondizia, alimenti che i negozianti buttavano via e a loro invece gli serviva per non morire di fame.
Alla fine della giornata di mercato i genitori di Gemmani davano ad alcune famiglie il cibo rimasto.
"Stéphane -continua Rastelli" - si è detto “non posso stare senza far niente” ed ha creato questa struttura. Stéphane è un esempio concreto dello spirito di solidarietà che anima un sammarinese; e cosi dimostra come i sammarinesi siano pronti ad ospitare, aiutare - come si è visto anche durante la guerra a San Marino con i numerosi sfollati italiani. Per Stéphane San Marino non è solo la terra d’origine dei suo nonni , Stéphane viene spesso in Repubblica per le ferie avendo una residenza a Borgo Maggiore".
Oltre al dottore EMMANUELLI, molte personalità civile e religiosi erano presenti alla cerimonia, tra le quali il Prefetto dell’Isère.
San Marino era rappresentato dal console Eliane Rastelli e dal Presidente onorario della Comunità René Rastelli che sa bene cosa significhi aiutare gli altri, facendo parte di più strutture umanitarie, tra le quali il Soccorso Popolare Francese.