|

Home >  Cronaca >  2017 >  Notizia

Firenze: scoppia ordigno con timer, artificiere perde mano e occhio

La scientifica preleva le tracce

Un artificiere della Polizia è rimasto ferito a Firenze dallo scoppio di un ordigno trovato davanti alla sede di una libreria che fa riferimento a Casa Pound.

Una pattuglia della polizia aveva trovato un involucro sospetto, di quelle che si usano per la spesa, davanti al locale in via Leonardo Da Vinci, non lontano dal centro storico. Via Leonardo da Vinci è stata chiusa al traffico e sono stati chiamati gli artificieri. Alle 5 del mattino proprio quanto un artificiere è arrivato e aveva cominciato analizzare l'involucro è scoppiata la bomba. C'era un timer collegato all'esplosivo contenuto in pacchetto di carta e plastica. L'artificierie, 39 anni, residente a Pistoia, è rimasto ferito gravemente. E' stato portato subito in ospedale a Careggi, al Cto, ed è stato tentato un intervento chirurgico, ma nell'esplosione ha perso una mano e un occhio.

Subito è stata aperta un'inchiesta dalla procura di Firenze e le indagini sono coordinate dal procuratore Giuseppe Creazzo. Per la polizia l'episodio è 'sicuramente di natura politica'. L'ordigno era collegato ad un timer. L'agente ferito è stato operato e rischia di perdere un occhio. Per il ministro Minniti è stato 'un vile atto di violenza da condannare con fermezza'.