|

Home >  Cronaca >  2018 >  Notizia

Stupri Miramare: processo con rito abbreviato per i 3 minorenni, chiesti 12 anni dall'accusa

i minorenni ripresi quella notte

A Bologna il processo ai minorenni complici negli stupri di Miramare. Il procuratore Silvia Marzocchi ha chiesto condanne a 12 anni per i giovani. L'udienza, in rito abbreviato, è in corso e si sta svolgendo a porte chiuse. Sono otto i capi d'imputazione contestati.

I tre imputati sono due fratelli marocchini di 15 e 17 anni, difesi da Marco Defendini, e un ragazzo di 16 anni nigeriano, il cui legale è Alessandro Gazzea. In base alle prime informazioni, il pm ha chiesto le attenuanti generiche. La sentenza dovrebbe arrivare a breve. I ragazzi sono accusati in concorso con il congolese Guerlin Butungu che è già stato condannato a 16 anni dal tribunale ordinario per i fatti avvenuti il 26 agosto scorso.

I giovani rispondono di aver violentato brutalmente e in gruppo una turista polacca, di aver picchiato l'amico di lei sulla spiaggia e poi di aver stuprato una transessuale peruviana. I minori sono in carcere dal momento del fermo avvenuto pochi giorni dopo i fatti. Sono pentiti e sanno di dover pagare le conseguenze dei loro gesti, come hanno spiegato i loro legali.

Nel video, le interviste agli avvocati difensori Marco Defendini ed Alessandro Gazzea