|

Home >  Politica >  2009 >  Notizia

Consiglio, prosegue il dibattito sulla finanziaria 2010

Consiglio, prosegue il dibattito sulla finanziaria 2010

A metà degli interventi previsti le valutazioni delle diverse forze politiche rispecchiano le anticipazioni dei giorni scorsi. L’opposizione parla di un ritorno al passato, di un bilancio che si limita alle partite di giro e non da all’economia del Paese le gambe per camminare. La maggioranza difende quella che chiama una finanziaria onesta, che tiene conto della crisi e si muove in una situazione difficile riducendo le spese, elaborata da un Governo che da mesi è costretto a rincorrere le emergenze. Andrea Zafferani di Alleanza Popolare chiede di fare di più nella lotta all’evasione fiscale. “Il 30% delle famiglie con figli a carico - sottolinea Zafferani citando i dati della Segretaria di Stato per la Sanità - vive con meno di 6.500 euro all’anno pro-capite. Una cifra chiaramente infondata che oltretutto impedisce di destinare le risorse basate sul reddito a chi veramente ne ha bisogno”. Critiche dal consigliere di AP anche al tavolo tripartito. “Il Governo - ha detto Zafferani - ha fallito come mediatore perché non ha proposto una sua soluzione. L’Anis rincorre una economia finita e cerca solo di competere sul costo del lavoro mentre la CSU segue logiche di vecchio stampo e non è capace neppure di chiedere il rispetto dell’erga omnes”. Per Nadia Ottaviani di Arengo e Libertà “questa maggioranza può traghettare il Paese se rimane unita. Serve il contributo di tutti - sottolinea - anche di forze liberali come la nostra”.
Dai banchi dell’opposizione è unanime la stroncatura al bilancio 2010, ritenuto una legge di ordinaria amministrazione di fronte a una situazione straordinaria di crisi. Pier Marino Mularoni dei DdC e il Segretario del Psrs Simone Celli bollano il bilancio come sfalsato. “In sede di assestamento - hanno detto - il deficit reale sarà più del doppio di quello che si vuol far credere”. Ivan Foschi di Sinistra Unita punta il dito contro la mancanza di progettualità della proposta di legge e, soprattutto, contro il Segretario alle Finanze. Foschi è tornato sull’intervista rilasciata da Gatti a Report accusandolo di “non essere credibile perché agli interlocutori italiani dice di essere pronto a fare pulizia, mentre dietro le quinte afferma il contrario”.

I commenti di maggioranza e opposizione

Sonia Tura