|

Home >  Politica >  2018 >  Notizia

Voto italiani residenti a San Marino: Amadei del Comites consiglia di consegnare i plichi a mano

Alessandro Amadei
I termini scadono alle 16 del 1° marzo. Gli aventi diritto sul Titano sono circa 9.500.

In vista delle elezioni politiche italiane il Comites ribadisce l'invito al voto per gli elettori italiani residenti a San Marino. Il voto, come noto, si esprime per corrispondenza. I plichi devono pervenire all'Ambasciata d'italia a San Marino entro le 16 del 1° primo marzo.

Per chi non avesse già spedito il plico all'Ambasciata è tempo di muoversi e il vicepresidente del Comites San Marino, Alessandro Amadei, in ogni caso, invita a consegnarlo a mano. Gli elettori italiani residenti all'estero sono complessivamente 4milioni e 300mila circa - il 20% in più rispetto al 2013 - ed eleggeranno 12 deputati e sei senatori. Quattro le ripartizioni estere e quella dell'Europa – nella quale confluiranno i voti provenienti da San Marino – esprime il maggior numero di parlamentari: 5 deputati e 2 senatori. Le sedi consolari che dovranno gestire il maggior numero di elettori sono quella di Londra, con 233mila aventi diritto al voto, Buenos Aires, 230 mila, e San Paolo del Brasile, 160mila. Alle elezioni del 2013 l'affluenza riferita agli elettori esteri è stata di circa il 32%. Appena due giorni fa, la Corte costituzionale italiana ha dichiarato inammissibile la questione di legittimità costituzionale di varie disposizioni della legge sul voto all'estero per corrispondenza, risalente al 2011. Non disponibili, al momento, i dati ufficiali sul numero degli elettori italiani residenti a San Marino che tuttavia, secondo stime sommarie, sarebbero oltre 9.500.

l.s.

LA SPIEGAZIONE DI "COME SI VOTA"