|

Home >  Politica >  2018 >  Notizia

Torna al lavoro la Commissione affari costituzionali e istituzionali

Si è riunita ieri la Commissione affari costituzionali e istituzionali. Respinta una mozione dell'opposizione che chiedeva di annullare il bando di selezione per il nuovo dirigente degli "Istituti Culturali" e di rinnovare l'incarico al dottor Paolo Rondelli. Replica il Segretario per la Cultura Marco Podeschi, dicendo di essersi attenuto alla legge e sulla gestione di Rondelli dichiara “Ha unificato gli uffici? Si e no, gli uffici sono nettamente separati e invece di unire la gestione mi pare abbia molto diviso”.

L'opposizione compatta ha poi presentato fra gli argomenti in discussione un ordine del giorno in cui si chiedeva di impegnare l'esecutivo a presentare un report annuale di tutte le consulenze attivate e i relativi costi. La domanda sorge a seguito di una delibera del 15 gennaio con oggetto l'incarico di consulenza e collaborazione con "Report Relazioni Pubbliche Srl" per un importo di 36mila euro.
I Segretari di Stato Marco Podeschi e Guerrino Zanotti ribattono come le spese per le consulenze del governo si siano ridotte rispetto all'ultima legislatura e che nel 2017 si è arrivati a un risparmio del 40%. Bocciata quindi la mozione dell'opposizione.

In seduta notturna la discussione si è spostata sulla predisposizione di un progetto condiviso per combattere i fenomeni sociali del bullismo, cyber bullismo e tutte le dipendenze associate al web.