|

Sport >  Calcio Samm. >  2018 >  Notizia

Nazionale, comincia l'era Varrella: stage con 31 giocatori allo Stadium

Nazionale, comincia l'era Varrella
Il nuovo CT riparte dal gruppone dell'ultimo biennio Manzaroli e punta sulla tattica: "farò allenamenti anche solo sui singoli reparti". C'era Matteo Vitaioli, alla prima in Nazionale dopo la squalifica per le scommesse.

In questi casi di solito si dice rompere il ghiaccio, e visto il gelido nevischio battente sul San Marino Stadium la frase ci sta. Franco Varrella ha finalmente conosciuto il gruppone dal quale, di volta in volta, estrapolerà la sua Nazionale. Il CT e i giocatori sono stati introdotti nel pomeriggio, poi un lungo confronto e via col primo allenamento, durato circa un'ora. Un primo approccio positivo per entrambe le parti, con Varrella che ha già le idee chiare sul da farsi.

"Mi aspettavo che avessero più bisogno del mio sostegno, visto come si era chiusa l'annata - ha commentato il CT - invece non è così, sono stato molto contento. In questa prima parte lavoreremo sulla tattica perché, come ho concordato con loro, ci sono dei gap con le altre nazionali. Che sono convinto riusciremo a ridurre, anche grazie al lavoro che faranno coi loro club. Per quanto riguarda l'aspetto tattico vorremmo avere una nostra dimensione e una nostra caratteristica, è chiaro che io lì dovrò incidere di più. Lavorando anche solo sui reparti, farò degli allenamenti anche solo sui reparti".

"Abbiamo discusso sui progetti che affronteremo, per ora siamo in una fase totalmente conoscitiva ma positiva - aggiunge il difensore Alessandro Della Valle - ci potrà permettere di affrontare le altre squadre con un approccio sicuramente determinato come abbiamo sempre fatto, però magari a livello tecnico si potrebbe proporre qualcosa di nuovo".

Allo stage erano in 31, di fatto quelli che avevano già fatto parte dell'ultimo biennio Manzaroli. Mancavano solo il difensore Davide Cesarini, convocato ma assente per motivi personali, e i due professionisti, il portiere del Novara Elia Benedettini e l'attaccante della Juve Stabia Filippo Berardi. Presente anche l'ex capitano Matteo Vitaioli, alla prima in Nazionale dopo i tre mesi di squalifica per la vicenda legata al calcio scommesse. "Quella questione non mi riguarda assolutamente - chiosa Varrella - se è stato convocato è perché ho chiarito questo aspetto col presidente e coi dirigenti".

RM

Nel servizio le parole del CT della Nazionale Franco Varrella e del difensore Alessandro Della Valle.