|

Sport >  Sport >  2004 >  Notizia

La delegazione Sammarinese per le Olimpiadi 2004

Ad Atene rappresenterete, non solo voi stessi e il movimento sportivo sammarinese, ma un intero stato. In questi termini la Reggenza si è rivolta agli atleti e ai dirigenti sportivi che si apprestano a partire, per la 28esima edizione dei Giochi Olimpici. Nella Capitale ellenica, culla delle olimpiadi per antonomasia, a testimoniare l’importanza che la repubblica conferisce all’evento ci saranno anche gli stessi Capi di Stato che rappresenteranno – insieme al Segretario di Stato allo Sport Paride Andreoli – le istituzioni sammarinesi. Cinque gli atleti biancoazzurri che parteciperanno ai giochi. E – nonostante la filosofia guida sia il “decubertiano” – l’importante è partecipare – c’è anche la speranza, il sogno, di una medaglia. La candidata più accreditata ad ottenerla è Emanuela Felici, nel tiro a volo, specialità trap .Ma nel tiro a volo c’è anche Francesco Amici. Un atleta che ha già regalato grandi soddisfazioni a livello internazionale e che quest’anno è tra i primi nella classifica mondiale. Portabandiera di San Marino – i nostri atleti saranno tra i primissimi ed entrare nello stadio, il giorno dell’inaugurazione dei giochi – sarà Diego Mularoni, in gara nei 200 stile libero Sempre nel nuoto, ma nei 400 stile libero, a difendere i colori biancoazzurri ci sarà Emanuele Nicolini, 20 anni, prima partecipazione olimpica. Nella disciplina regina dei giochi, l’atletica leggera, i colori biancoazzurri saranno rappresentati da Gian Nicola Berardi che scenderà in pista per la prima batteria dei 100 metri piani il 21 agosto. In ordine di tempo i primi sammarinesi a gareggiare saranno – il 14 agosto - Francesco Amici e Emanuele Nicolini. Il giorno di ferragosto in programma la finale del Trap a cui punta Amici e Diego Mularoni nei 200 stile libero. Il 16 agosto, alle 13 – mezzogiorno a San marino per effetto del fuso orario – si disputerà la finale del trap femminile. E da Emanuela Felici, tutti, si aspettano il grande risultato – la medaglia olimpica – che ancora manca nel palmares dello sport sammarinese.